Rifugio Rossi Alla Pania, altitudine 1608, parco alpi apuane, Toscana, Lucca, Gallicano, Molazzana

Arrampicate
"up Ice climb Dry tooling"

Le Apuane nate dal mare, sono meglio conosciute come lo scrigno del più straordinario sogno dell'uomo la realizzazione artistica. Le Apuane le potete trovare a Roma o a Firenze e nel mondo, già avrete capito sono montagne di marmo. Ma le Apuane sono state generose verso un'altra espressione artistica molto più effimera: l'arte di salire in alto.
Certo sono restie a concedersi, spesso si presentano in strutture troppo rotte o troppo lisce, e solo li dove si sono svelate hanno ispirato la realizzazione di grandi itinerari mai banali, di grande respiro, che esaltano e mettono alla prova l'intuito e le doti dell'arrampicatore sulle vie di montagna o di falesia. E le Panie come le Apuane, sono capaci di altri incantesimi ancora più effimeri, sotto una candida glassa nascondono in angoli appartati, pareti e canali che l'inverno modella e trasforma in scivoli ghiacciati o in couloir e goulottes con condizioni di tipo scozzese. Saper osservare, saper valutare, determinazione è il bagaglio necessario del ghiacciatore che vuole cogliere i segreti e la magia delle Apuane

Di seguito si dà un breve cenno su alcune salite invernali ed estive sulle vie di falesia e in fondo i link dove trovare info più dettagliate.

Arrampicate
Falesia del rifugio

Pania della Croce versante Nord/Est

Clicca qui per la relazione completa della falesia e dei monotiri

Arrampicate
Montagna: le classiche

Pizzo delle Saette mt. 1720

Torre Francesca, parete nord-ovest
Dislivello: da 120 a 150 mt.Tempi : -. Difficoltà: dal 3° al 6c. Periodo: tarda primavera -estate
Note:
Parete nord, nord-ovest
Dislivello: mt.600 Tempi : salita ore 2.00.Difficoltà: 3° pass.di 4°. Periodo: primavera estate.
Note: è una classica salita alpinistica.

Pania Secca mt. 1711

Cresta gialunga, parete sud
Dislivello: mt.550
Tempi : salita ore 2.00 - 4.00.
Difficoltà:3°. Periodo: fino a primavera inoltrata.
Note: il tratto finale in cresta presenta difficoltà in ragione della qualità della roccia.
Avvicinamento da Fornovolasco.

Arrampicate scelte

Pania della Croce mt. 1850,

Via Risognando California , Pania della Croce, parete ovest

Primi salitori: Stefano Funk in 7 ore il 15-10-1978.
Sviluppo: della via circa 280 metri, Difficoltà: TD con passi di 6a
Tempi: per una ripetizione prevedere almeno 4-5 ore
Materiale: normale dotazione alpinistica, 2 corde chiodi nuts e friends.

Via dei nasi, Pania Secca, parete nord-ovest

Dislivello: mt.550
Tempi : salita ore 2.00.
Difficoltà:passi di 6a+ obblig.
Periodo: primavera, estate.
Note: Avvicinamento dal Piglionico.

Pilastro montagna, Pania Secca, parete sud

Dislivello: mt.500
Tempi : salita ore 4.00.
Difficoltà: 5C con varianti di 6b.
Periodo: primavera inoltrata.
Note: chiodatura classica prevedere una normale dotazione alpinistica, avvicinamento dalla Grotta del Vento

Ascensioni invernali

Le Panie oggetto di mire alpinistiche in ogni epoca di recente sono state fatte oggetto di nuove attenzioni in inverno grazie all'opera di alcuni alpinisti toscani ( Benassi & C., B.Barsuglia ,per citarni alcuni) che interpretando le tendenze attuali hanno fatto del gruppo montuoso un terreno di ricerca ed esplorazione per una personale espressione alpinistica, tracciando itinerari nuovi di concezione moderna ad alto contenuto tecnico e che implicano un forte impegno da parte dei ripetitori. Di seguito un menù vario per difficoltà

Pania della Croce mt. 1850

Cresta Est

Dislivello: mt.260 Tempi: salita ore 1.15.
Difficoltà: PD , 45°.
Periodo: fino a primavera.

Parete est, via Amoretti-Di Vestea

Dislivello: mt.260 Tempi: salita ore 1.30.
Difficoltà: AD , 45°/50°.
Periodo: fino a primavera inoltrata.
Note: è una classica salita invernale di notevole interesse. Da segnalare la bella variante della via dei Lucchesi AD +, D-.

Parete sud-ovest, Canale dei Carrubi

Dislivello: mt.690
Tempi: salita ore 2.15.Difficoltà: AD -, 45°/50° poi 55°.
Periodo: fino a primavera.
Note: è un'altra grande classica delle Apuane. Percorre un canale in ambiente grandioso sbucando in prossimità della vetta.

Costiera Est, vie Supermistic, Apuane Selvagge, Mistic Wall, Canale dei Lucchesi, Yahoo!, ...(work in progress!!).

Dislivelli: da.200 a 350 mt Tempi: variabili. Difficoltà: da AD - a TD+.
Periodo: fino a primavera inoltrata.
Note: si tratta di vie moderne di misto o dry tooling , richiedono un ottima padronanza delle tecniche di salita su ghiaccio.

Pania Secca mt. 1711

Cresta nord, denti della Secca.

Dislivello: mt.550
Tempi: salita ore 2.00 - 4.00.
Difficoltà: PD +, 45°.
Periodo: fino a primavera.
Note: Avvicinamento dal Piglionico. Alterna tratti di neve e roccia. è ideale per compiere i primi passi.

Parete nord-ovest, Canale nord-ovest

Dislivello: mt.550
Tempi: salita ore 2.00 - 4.00.
Difficoltà: AD +, 45°/50°.
Periodo: fino a primavera inoltrata.
Note: Avvicinamento dal Piglionico. Mai banale è una classica invernale, in alcuni tratti può presentare condizioni di misto

Parete nord-est, Canale nord-est

Dislivello: mt.550
Tempi: salita ore 2.00 - 4.00.
Difficoltà: D +, 50°/55°.
Periodo: fino a primavera inoltrata.
Note: richiede tecnica e terreno in condizioni.

Info su rock, misto e salite di ghiaccio nelle Panie ed Apuane: Alberto Benassi, (Pianetaclimb.it), Bruno Barsuglia (Cisasater.it).

rifugio rossi alpi apuane, naturale accoglienza